Nasce in provincia di Verona nel 1980. Inizia da giovanissimo a collaborare nella piccola attività di famiglia, nel settore della lavorazione del marmo, alternando l’attività di operaio a quella di impiegato amministrativo. Dell’esperienza della fabbrica, ricorda con piacere lo spirito di sacrificio e l’ambiente multiculturale, con il suo fascino e le sue contraddizioni.
Cresciuto in una famiglia dove circolavano parecchi giornali, comincia ben presto ad interessarsi alla politica, individuando in Umberto Bossi il suo primo punto di riferimento.
Si laurea in scienze politiche presso l’Università di Padova, con una tesi dal titolo “Anarcosindacalismo e catalanismo nella Spagna repubblicana”, dopo aver condotto una significativa attività di ricerca presso l’Universitat Autònoma de Barcelona.
Conclusa l’esperienza nel mondo del marmo, dopo aver collaborato con una società nel settore dei servizi finanziari, nel 2010 si trasferisce al Parlamento europeo di Bruxelles come capo della segreteria dell’attuale ministro della Famiglia Lorenzo Fontana.
Nel dicembre 2013, in occasione del Congresso federale che porterà all’elezione di Matteo Salvini a Segretario della Lega, si dedica alle relazioni che sfoceranno nella creazione dell’alleanza identitaria con il Front National, l’FPOE, il PVV e il Vlaams Belang.
Dal 2016 inizia la sua esperienza come consigliere politico del gruppo ENF (Europe of Nations and Freedom), occupandosi del settore legislativo in ambito di industria, ricerca ed energia.
Nel giugno del 2018, dopo la formazione del Governo Conte, rileva da Fontana il ruolo di Coordinatore federale del dipartimento Lega nel Mondo, che rappresenta in seno al Consiglio federale della Lega.
Con le elezioni del 26 maggio 2019 diventa deputato al Parlamento europeo, eletto nella circoscrizione dell’Italia Nord-orientale con oltre 37mila preferenze.
Tifosissimo dell’Hellas Verona, è appassionato di musica e di letteratura.